Dall’Assemblea generale dei contoterzisti Apima-Uncai di Cremona l’appello a unire le forze – agricoltori, contoterzisti, politici e sindacati – per combattere le fake news che restituiscono un’immagine menzognera dell’agricoltura italiana: dall’impatto degli allevamenti e dei fitofarmaci sull’ambiente a proposte definite “indegne” dal presidente dell’organizzazione Clevio Demicheli quali il sistema di etichettatura a semaforo degli alimenti (Nutriscore).

OCCORRE COMBATTERE L’IGNORANZA E LA MALAFEDE

Aproniano Tassinari all'assemblea Apima-Uncai
Aproniano Tassinari

«Il settore è messo sotto accusa, occorre combattere l’ignoranza e la malafede», ha ribadito il presidente di Uncai Aproniano Tassinari al termine dell’incontro che ha confermato il consiglio direttivo dell’Associazione degli agromeccanici di Cremona.

SINERGIE PER UNA CORRETTA INFORMAZIONE E FORMAZIONE

Gianluca Galimberti durante il suo intervento all'assemblea Apima-Uncai
Gianluca Galimberti durante il suo intervento

Presenti all’assemblea di Apima anche il sindaco di Cremona Gianluca Galimberti, pronto ad avviare con l’associazione di contoterzisti progetti di corretta informazione ed educazione alimentare in collaborazione con l’Università Cattolica e il Politecnico. Sulla stessa linea il consigliere di Regione Lombardia Marcello Ventura: «Chiederò di far parte della Commissione agricoltura della Regione per lavorare in difesa della filiera agroalimentare e per portare avanti le vostre istanze – ha detto – ma anche per costruire insieme percorsi di istruzione tecnica superiore in ambito agroalimentare e di meccanica agricola»

Della partita anche Coldiretti, con il presidente lombardo Paolo Voltini, che ha invitato all’unione nella richiesta di un assessore all’agricoltura di Cremona: «La partita va giocata, perché avremo meno aziende agricole rispetto ad altre province, ma per numero di ettari e per peso delle filiere Cremona è prima in Lombardia». Coesione necessaria anche per modificare la nuova Politica agricola comune che porterà, con le sue eccessive ambizioni green, «alla demolizione nel 2024 di molte aziende agricole».

Amedeo Ardigò all'Assemblea Apima-Uncai
Amedeo Ardigò

Tra i temi trattati, si è discusso anche di Pac, in particolare degli irragionevoli contributi europei per chi mette i terreni a gelo (set-aside ecologico) e della riduzione dei fitofarmaci con l’abbandono coatto di molecole essenziali alla produzione senza che ancora vi siano alternative valide. «Di fronte a tali attacchi all’agricoltura occorre lavorare insieme, con la corretta informazione, e avvicinando il cittadino alla campagna», ha affermato il vicepresidente di Libera associazione agricoltori cremonesi, Amedeo Ardigò.

MECCANIZZAZIONE E INNOVAZIONE ARMI VINCENTI CONTRO GLI ATTACCHI AL SETTORE

Uncai assemblea

Dopo il video saluto del Presidente della Commissione agricoltura alla Camera, l’on. Mirco Carloni, che ha dato appuntamento a Roma ai vertici Uncai, Mino Grossi, di Uila-Uil ha invitato le filiere agroalimentari a una maggiore integrazione, «con al centro meccanizzazione e innovazione», ricordando come in passato la stessa agromeccanica sia stata fatta oggetto di fake news. «Dati alla mano, oltre a incrementare produttività ed efficienza, permette di avere prodotti di qualità maggiore rispetto alle operazioni manuali», ha fatto presente.

«L’Italia agricola sta per essere sacrificata dall’Europa», ha chiosato il presidente Uncai Tassinari, «sentire agricoltori che intendono rinunciare ai contributi della Pac perché le condizioni da rispettare sono insensate è un segnale molto preoccupante, in una situazione già compromessa che ha visto scomparire nel 2022 ben 3.300 aziende agricole a causa della siccità e dell’inflazione».

NECESSARIA COESIONE PER UNA CRESCITA COMUNE 

Uncai assemblea
Clevio Demicheli

Clevio Demicheli, concludendo il suo discorso all’assemblea di Apima, ha così sottolineato: «abbiamo interessi convergenti per questo è fondamentale procedere insieme sui grandi temi connessi allo sviluppo dell’agricoltura italiana per far crescere insieme, in termini dimensionali, economici e finanziari, sia le aziende agricole che quelle agromeccaniche».

Foto: Uncai

image_pdfscarica pdf